Borghi italiani, CAMPANIA

POSITANO E AMALFI: I DUE GIOIELLI DELLA COSTIERA

Colori, profumi e scorci incantevoli, meta ambita per italiani e stranieri! I paesi si susseguono tra piccole spiagge, porticcioli e borghi arroccati con viste a dir poco mozzafiato.

Sembra un indovinello, giuro, non è fatto apposta! Mi sono fermata solamente a pensare ai due giorni passati in COSTIERA AMALFITANA, mi è venuto spontaneo scrivere queste parole, per racchiudere in meno di tre righe il ricordo e le sensazioni che ho vissuto.

Più volte con Marco siamo stati a Napoli, il suo paese d’origine con cui ha un legame incommensurabile! Ci siamo detti più volte che saremo dovuti andare in costiera ma per anni i viaggi si sono susseguiti tra Napoli, Caserta, Salerno, Pompei, l’Irpinia e persino Ischia. Un bel giorno ci siamo detti “E’ arrivata l’ora di vedere la Costiera Amalfitana e Sorrentina!”… abbiamo acquistato il biglietto aereo e noleggiato un auto. Pronti per Prendere il Volo!!!

Ho deciso di suddividere il racconto in tre post distinti!!! Troverete i collegamenti a fine articolo

POSITANO

Il nostro viaggio, nettamente fuori stagione e senza la folla di turisti, parte da Sorrento alla volta di Positano. Primo borgo della Costiera Amalfitana dove non serve di certo un cartello per capire che siamo arrivati a destinazione. Basta vedere la moltitudine di auto ferme sul ciglio della strada, turisti che cercano di immortalare il meraviglioso paesaggio dal piccolo belvedere. E’ d’obbligo fermarsi per scattare una bellissima foto e, perché no, sorseggiare anche una deliziosa spremuta di limone o arancia nel minuscolo chioschetto caratteristico.

Trovare un parcheggio diventa un impresa, anche fuori stagione! Ci siamo addentrati nel borgo tra strette viuzze incantevoli ed immersi tra una moltitudine di colori, boutique raffinate, localini con vista mare sino alla spiaggia. La parola d’ordine è perdersi in tutto questo!!!

Approssimativamente vi consiglio di dedicarci non più di un paio d’ore, includendo una sosta aperitivo.

AMALFI

Come seconda tappa sicuramente non poteva mancare la famosissima Amalfi. A differenza di Positano, trovare parcheggio è un impresa sicuramente più semplice; lungo la strada, che costeggia il porto, si trovano diversi parcheggi a pagamento. Prima di entrare nel cuore di Amalfi, ci siamo fatti una passeggiata lungo la banchina per godere del colpo d’occhio d’insieme.

Attraversando la strada, dalle strette viuzze, ci troviamo direttamente in piazza Duomo. Ad accoglierci, in tutto il suo splendore, c’è la cattedrale di Sant’Andrea raggiungibile tramite una bellissima scalinata. Il Duomo risale al IX secolo e fu costruita affianco alla preesistente Basilica del Crocifisso che a sua volta era stata eretta su un tempio paleocristiano. La cattedrale racchiude un insieme di stili architettonici, dal romanico al barocco e rococò, con impronte arabo-bizantine.

Un altro colpo d’occhio è sicuramente la caratteristica fontana che si trova su piazza Duomo circondata da locali, negozietti e dalla famosa Pasticceria Pansa, un gioiello di tradizione. Ci addentriamo passeggiando per le viuzze, facendoci incuriosire da scorci, scalinate, arcate, piazzette, negozi di ceramiche dove spiccano colori intensi, vetrine di souvenir fino ad imbatterci in un’altra particolare fontana decorata con un grazioso presepe.

MINORI

Non c’è soluzione migliore che concludere la giornata con le prelibatezze della Pasticceria Sal De Riso. Famosissima per i golosi!!! Ad appena 10 minuti d’auto da Amalfi, troviamo un tripudio di dolcezza da non lasciarsi assolutamente scappare! Non ci sono parole per descrivere la particolarità e la delicatezza dei suoi prodotti quindi non mi rimane che postarvi qui sotto le foto.

La prima giornata in Costiera Amalfitana è giunta al termine, non lasciatevi scappare il seguito… a giorni pubblicherò le successive tappe! Intanto, se vi è piaciuto questo articolo mettete mi piace o fatemi sapere la vostra esperienza vissuta in questi magnifici borghi!!!

6 pensieri su “POSITANO E AMALFI: I DUE GIOIELLI DELLA COSTIERA”

  1. Ciao Stefania, man mano che leggevo mi hai fatto rivivere il mio soggiorno sulla costiera amalfitana fatto qualche tempo fa. Sono sicuro che ci ritornerò….non vedo l’ora…..😊😊😊

    Piace a 1 persona

  2. Storia e leggenda hanno plasmato questo angolo di paradiso. I Romani lo scelsero come sede dei loro ozi. Infatti è il luogo dell’eterna primavera. Byron canto’ le meraviglie del posto così spinse i grandi artisti del suo tempo a inserirlo come tappa fondamentale del Gran Tour. Cosa dire di questo presepe naturale che affascina sempre più chi lo visita. Le stradine, le case, le piazzette, gli orti che profumano di limoni: che beltà.Grazie Stefania che hai reso possibile il miracolo del ricordo in un figlio di questa terra ormai lontano.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...