bagna cauda
VIAGGIO DI GUSTO

PIATTI PIEMONTESI: IL MENU’ CON LE MIGLIORI PORTATE

Si dice che il tre è il numero perfetto! Quindi ho deciso di proporvi una panoramica di piatti tipici piemontesi presentandovi, secondo il mio gusto ovviamente, tre migliori piatti per ogni portata del menù.

Quando si visita un posto, più o meno lontano da casa, il modo migliore per conoscerlo è entrare in empatia con esso affrontando un Viaggio di Gusto. Molti piatti sono stati creati per caso, sperimentando a volte, diventando così un must della cucina. Giusto per citarne qualcuno… il tramezzino, termine coniato da Gabriele d’Annunzio, si è diffuso nel nostro paese dal 1926 grazie a un locale torinese, il Caffè Mulassano in piazza Castello, che volle portare un tocco d’innovazione nell’aperitivo torinese.

Vogliamo parlare del gelato Pinguino? Il famoso gelato ricoperto, con crema dentro e cioccolato croccante fuori. Anche questo è Made in Torino, è stato ideato nel 1939 dalla Gelati Pepino, la storica gelateria di piazza Carignano.

ANTIPASTI: IL CAVALLO DI BATTAGLIA PER I PIEMONTESI

La mia panoramica parte dagli antipasti, una portata veramente importantissima della cucina piemontese. Per quanto mi riguarda li mangerei a qualsiasi ora del giorno, incredibile ma vero, non mi stufano mai! In Piemonte la scelta è varia, si possono intavolare cene con amici con una carrellata di antipasti e farli contenti tutti perché, in fondo, è il nostro cavallo di battaglia!!! Però ho deciso che devo citarvene tre e la mia scelta è ricaduta su…

Acciughe al verde

Si tratta di un piatto veloce ed economico, un must della cucina piemontese! Bisogna principalmente pulire le acciughe sotto sale e accompagnarle con il bagnet verd, in dialetto, che è un jolly in cucina. Non lo si abbina solamente alle acciughe ma anche ai tomini, al bollito misto di carne e alla lingua di bue. Il bagnet verd è semplicemente una “salsina” preparata con prezzemolo, olio, aglio, aceto di vino bianco e mollica di pane.

Vitello tonnato

Non potevo di certo non citarvi il Re degli antipasti… il vitello tonnato, in dialetto vitel tonnè. Lo trovate in qualsiasi trattoria e ristorante piemontese. Oltre alla carne di ottima qualità, il gusto viene dato dalla salsa tonnata che dev’essere impeccabile… tonno sott’olio, acciughe, uova e capperi!

Carne cruda tagliata al coltello

Per finire un’altra eccellenza piemontese è la carne cruda tagliata al coltello e condita solamente con olio, sale e pepe nero risaltandone così il gusto della carne. Una delle razze bovine piemontesi di elevata qualità è la fassona.

PRIMI PIATTI: NON SOLO PASTA FATTA A MANO

Ho decantato tanto gli antipasti ma non è che i primi sono da meno! Non si può venire in Piemonte e non deliziare il palato con la pasta fatta in casa e condita a dovere. Ed ecco a voi i cavalli di battaglia per questa portata…

Ravioli del plin

E’ una pasta ripiena di forma rettangolare e abbastanza piccola tipica delle zone del Monferrato e Langhe, ma ormai diffusa in tutta la regione. Il termine plin deriva dal “pizzicotto” che viene dato per chiudere i ravioli. La pasta è ripiena di carne d’arrosto e viene servita con sugo d’arrosto, burro e salvia oppure in brodo.

Tajarin

I tajarin sono invece una pasta lunga preparata principalmente nella zona delle Langhe. Visivamente sono una via di mezzo tra gli spaghetti e le tagliatelle, di forma piatta e larga 4/5 mm.

Risotto

Come non nominarvi il risotto avendo nella zona del vercellese e del biellese distese di risaie molto rinomate. I risotti, in Piemonte, vengono solitamente proposti con funghi porcini oppure al Castelmagno, un formaggio tipico piemontese molto saporito.

SECONDI PIATTI: IN PIEMONTE VINCE LA CARNE

Premetto che non sono una fan sfegatata dei secondi piatti ma, avendovi promesso un quadro completo dei piatti tipici piemontesi, è d’obbligo includere anche i secondi di carne che spopolano in questo territorio. Parto ovviamente dall’unico mio preferito…

Brasato al Barolo

Piatto molto succulento, il brasato viene messo a tavolo principalmente nei giorni di festa o pranzi della domenica. Come dice il titolo stesso, la carne di manzo viene cotta lentamente nel Barolo, vino rosso piemontese, lasciandola morbida e parecchio gustosa. Solitamente viene accompagnato con patate al forno o purè di patate.

Bagna càuda

La bagna càuda è fondamentalmente una salsa preparata con olio, aglio e acciughe e si consuma intingendovi vari tipi di verdure di stagione, solitamente divise tra crude e cotte. E’ un piatto tipico che si consuma preferibilmente in autunno ed inverno. Si dice che la bagna càuda sia nata con l’intento di ricompensare i vendemmiatori del loro operato. Viene servita come piatto conviviale, presentando al tavolo un unico tegame in terracotta, tenuto al caldo da un fornelletto/candela sottostante, da cui tutti attingono.

Bollito misto

Premesso che non l’ho mai assaggiato, il bollito misto alla piemontese è una specialità piemontese molto rinomata. Si tratta di vari tagli di carne e verdure bollite ed accompagnate da diverse salse. I tagli di carne sono solitamente di manzo e comprendono la lingua, la coda, il muscolo, la testina e la spalla, a volte anche parti di gallina o pollo, anche maiale sotto forma di cotechino. Le salse sono principalmente maionese, senape, bagnet verd, bagnet ross e cognà (salsa a base di mosto d’uva, mele, fichi, pere, noci e nocciole).

DOLCI: BISCOTTI, TORTE E…

Non si può fare una scelta di soli tre dolci piemontesi, è un sacrilegio immane! Quale scegliere? C’è ne sono veramente tanti, particolari ed ottimi da assaggiare. Non voglio sentirmi in colpa per avervi suggerito una prelibatezza dolciaria piuttosto che un’altra anzi, voglio accompagnarvi in una vera e propria degustazione. Preparatevi per il picco glicemico perché il prossimo appuntamento, della rubrica Viaggio di Gusto, sarà dedicata interamente ai dolci tipici piemontesi!!!!

23 thoughts on “PIATTI PIEMONTESI: IL MENU’ CON LE MIGLIORI PORTATE”

  1. Il mio coinquilino è di Torino quindi quando lo andrò a trovare mi farò portare al caffè Mulassano oltre che a mangiare i ravioli del plin. Ogni regione d’Italia offre delle vere e proprie delizie

    1. Cavolo si, approfittane subito! Il tuo coinquilino è stato scorretto 🤣 non può assolutamente nasconderti queste chicche 😜

  2. Da Piemontese DOP, DOC e pure DOCG ti dico che hai fatto un’ottima scelta nel proporre questi succulenti piatti della più pura tradizione regionale. Da nord a sud del Piemonte sono un must delle tavole imbandite nelle festività natalizie, nelle trattorie tradizionali ma anche nei ristoranti più blasonati che magari li rivisitano in chiave più modaiola. Esistono addirittura delle confraternite che si occupano di preservare l’antica ricetta degli agnolotti piemontesi, del vitello tonnato oppure del gran bollito misto. Lo sapevi che il numero perfetto per il bollito misto piemontese è sette? Sette tagli di carne, sette di parti meno nobili e conosciute, sette contorni di verdure e sette salsine di accompagnamento. Per forza che poi bisogna abbondare con il vino ….. sai che ti dico? Mi hai fatto venire appetito a vedere quelle magnifiche immagini

    1. Sai che il discorso del numero perfetto non lo sapevo!!! Ti ringrazio veramente di cuore per l’apprezzamento, poi fatto da una piemontese DOP, DOC e DOCG ancora di più 🤣🤣🤣

  3. Quante cose buone! Io sono biellese, anche se abito da anni nelle Marche, e conosco bene i piatti che hai menzionato. A volte io e mamma li cuciniamo, ma è tutta un’altra cosa usare i prodotti del territorio 😅😋

  4. Ma perchè, quando sono a dieta, mi imbatto sempre in articoli pieni di cose buonissime? Sono emiliana, vivo a Milano, ma quando si tratta di cucina piemontese eccomi pronta all’assaggio. Sono una grande fan del bollito misto e della bagna cauda. Dei dolci mi rifiuto di parlare: ingrasso solo a nominarli! (mangerei anche il legnetto del pinguino!)

  5. Che languorino mi è venuto a leggere questo articolo! Mi piace moltissimo la cucina piemontese, sono una super fan della battuta di fassona! Vorrei assolutamente assaggiare i ravioli del plin, che ancora mi mancano!

    1. La battuta di Fassona è la fine del mondo e fidati anche i plin! Per esempio non vado matta per la bagna cauda e nemmeno per bollito ma qui sono un must

  6. Stefania mi hai fatto venire l’acquolina in bocca 😋. Sono stata a Torino 3 volte ma ancora non sono riuscita ad assaggiare tutto, mi sa che mi toccherà tornare, essendo Siciliana sono un’ottima forchetta, quindi viaggio e cibo per me sono un connubio perfetto. Magari la prossima volta che passo, ti scrivo e mi porti alla scoperta delle delizie torinesi!

    1. Molto volentieri!!! Ci sono diversi localini in pieno centro Torino dove si può assaggiare dell’ottimo cibo locale. Anche se io preferisco immergermi nei paesaggi del Monferrato e delle Langhe in un agriturismo con una vista mozzafiato.

  7. Lo sai che non sono mi stata in Piemonte?! Questo articolo me lo salvo in modo da non perdermi neanche una di queste prelibatezze durante la mia visita.

  8. Io adoro assaggiare il cibo tipico del posto e vorrei un assaggio di tutto! L’altro giorno ho preso i ravioli del plin qui da me, abito vicino Roma, spero fossero simili agli originali, almeno nel ripieno perché mi sono piaciuti moltissimo! 🤗

  9. Adoriamo tutto .. tranne la Bagna càuda, per noi è davvero troppo forte. Ma siamo grandi fan del risotto, dei bolliti, del vitello tonnato e della carne cruda tagliata a coltello e poi … il ciocccccccccolato di Torino!! Se chiudiamo gli occhi ci sembra di sentire il profumo!!!

    1. Cavolo sì, la cioccolata è un must!!! Non vi dico il tripudio durante il CioccolaTò, la manifestazione che si tiene tutti gli anni a novembre.

  10. Vissuto a Torino 4 anni e la cucina piemontese mi piace da morire, principalmente la Bagna càuda… anche se poi ti devi chiudere in casa per due giorni! Negli antipasti aggiungerei i peperoni che mi preparava “nonna Lina” che però non credo tu conosca 😀 Li faceva gonfiare nel forno, poi li spelava e li serviva con olio alle acciughe… non ho idea se sia un piatto tipico ma era delizioso.
    Come dolce voto il bounet!
    Articolo meraviglioso

    1. Grazie mille Monica!!! Sono veramente contenta che tu abbia apprezzato il contenuto dell’articolo e noto che sei anche preparata in merito 😉 Ti aspetto per il prossimo articolo sulla rubrica che parlerà proprio di dolci 😋

  11. Da piemontese (anzi torinese) non posso che confermare che i piatti che hai elencato sono tutti buonissimi, quello che però mi manca di più da quando vivo in Alto Adige è la carne battuta al coltello ma per fortuna c’è Gabri che ogni tanto me la prepara a casa. Qui nei ristoranti fanno la tartare, che sembra simile, ma è molto più condita, ci mettono l’uovo e la senape! La battuta al coltello è preparata solo con una po’ d’olio, sale e pepe.

  12. Sono rimasta senza parole! Una cucina ricca , saporita e da materie prime di primissima qualità! Non a casa la cucina italiana da nord a sud é tra le eccellenze internazionali!

Rispondi