PIEMONTE

CASTELLO DELLA MANTA: UN MAGNIFICO MANIERO MEDIEVALE

Diversi castelli sorgono sul suolo piemontese e la maggior parte di essi erano di proprietà della famiglia sabauda che, per diversi decenni, regnò in questo territorio. Questa volta, pur rimanendo in Piemonte, ci troviamo nel territorio appartenente ai Signori del Marchesato di Saluzzo. Ci si trova circondati dalle splendide Alpi Cozie dove il profilo del Monviso domina su tutto il paesaggio. E’ lì, sul colle della Manta, che si erge l’imponente maniero medievale del Castello della Manta.

Era da molto tempo che avrei voluto vedere questo magnifico maniero soprattutto per poter ammirare l’unicità di una delle sue sale interne: la Sala Baronale. Essa custodisce una delle più stupefacenti testimonianze della pittura tardogotica profana, ispirata ai temi dei romanzi cavallereschi.

Il Castello della Manta fu costruito nel XIII secolo e aveva una funzione di avamposto militare. Solo nel Quattrocento, grazie a Valerano il signore e reggente del Marchesato di Saluzzo, che la roccaforte subì una sostanziale trasformazione in una meravigliosa dimora familiare. Proprio in questa alterazione che Valerano volle arricchire la Sala Baronale con i magnifici affreschi.

CASTELLO DELLA MANTA: SALA BARONALE

La famosa Sala Baronale è interamente ricoperta di affreschi su tutte le pareti e completata da un autentico soffitto in legno a cassettoni.

Appena entranti, sulla parete sinistra, si trova dipinto il mito dell’eterna giovinezza, ispirato ad un romanzo cavalleresco, dove viene raffigurata la fontana della giovinezza.

Sul lato opposto, invece, sono stati affrescati nove eroi e nove eroine dell’antichità classica. Tutti in abiti quattrocenteschi e raffiguranti gli ideali cavallereschi (probabilmente con una netta somiglianza ai marchesi e marchese di Saluzzo).

Proprio difronte all’ingresso si trova un’incantevole camino, anch’esso completamente affrescato, con lo stemma del Marchesato di Saluzzo.

CASTELLO DELLA MANTA: VISITA GUIDATA

La visita parte dal piccolo porticato all’interno del castello dove si trovano esposti i vecchi strumenti per la vinificazione, un antico torchio e differenti contenitori in legno per il trasporto dell’uva dalle vigne. Successivamente si viene accompagnati negli ambienti di servizio come le cantine, dove sono esposte le vecchie botti e diverse bottiglie impolverate, e le cucine, dove a colpire la mia attenzione è stato un imponente camino, la vecchia piattaia e un pozzo interno.

Si sale ai piani superiori dove risulta impossibile non rimanere ammaliati dalla biblioteca con ben 2000 volumi antichi esposti, poltrone e un gran camino. Si susseguono una camera da letto antistante e la sala da pranzo, con il pavimento ancora in stato originale. Subito dopo la Sala Baronale spicca nella sua magnificenza, e il Salone delle Grottesche, risalente al XVI secolo, caratterizzato da uno splendido soffitto decorato con dipinti e stucchi. Si conclude il giro di visita attraversando una splendida galleria per arrivare in un’immensa camera con letto a baldacchino.

La visita interna del Castello della Manta è stata intervallata da una splendida passeggiata per i giardini cosparsi di limoneti e fioriture. Non è mancato nemmeno l’affaccio sulla torre a pianta circolare. Da questo punto è possibile godere di uno splendido panorama sul paesaggio circostante e scorgere il vicino castello di Castellar (proprietà privata).

CASTELLO DELLA MANTA: INFO UTILI

Il Castello della Manta fa parte dei Beni del FAI (Fondo Ambiente Italiano) dal 1985 e grazie all’associazione che la dimora oggi è visitabile ed in continuo restauro. Ci si può recare al Castello della Manta dal mercoledì alla domenica, oltre ai giorni festivi. Durante la visita si ha la possibilità di essere accompagnati da guide FAI, estremamente preparate e disponibili a qualsiasi approfondimento, ad un prezzo aggiuntivo del biglietto di soli 3€. I tesserati FAI hanno l’ingresso gratuito e per i non tesserati il biglietto ha un costo di 9€. Per qualsiasi informazione aggiuntiva o per l’acquisto dei biglietti cliccate qui.

5 thoughts on “CASTELLO DELLA MANTA: UN MAGNIFICO MANIERO MEDIEVALE”

  1. Sono rimasta molto colpita dalla magnificenza degli interni. Lasciano davvero senza fiato già in foto, non oso immaginare quanto possano essere emozionanti dal vivo. Meravigliosi.

  2. che fascino che hanno le fortezze e i castelli, mi sono sempre piaciuti tantissimo, questo è particolarmente interessante con bellissimi affreschi e arredi

  3. Ci sono stata in gita alle medie (abito a meno di un’ora da lì) e ne ho dei vaghi ricordi. Le immagini della Sala Baronale e degli affreschi mi hanno fatto tornare in mente qualcosa, ma direi che è decisamente l’ora di tornare! Un ottimo spunto per una gita domenicale.

  4. Non ho mai sentito parlare di questo Castello, ma devo dire che è splendido. Mi ha colpito tantissimo la Sala Baronale, meravigliosa. Credo che solo quella valga il viaggio. Da salvare assolutamente!

Rispondi