CASTLE, EDIMBURGO

DIMORE REALI DI EDIMBURGO

La Scozia regala un tripudio di storia con affascinanti castelli sparsi su tutto il territorio. Se ne contano un migliaio, alcuni sono persino privati e visitabili solo in certi periodi dell’anno. Avendo trascorso tre giorni nella magica capitale scozzese (potete dare un occhiata al tour cliccando qui), non potevamo di certo perderci i due magnifici castelli posizionati alle due estremità della Royal Mile.

CASTELLO DI EDIMBURGO

Il Castello di Edimburgo è un imponente fortezza arroccata su uno dei sette colli di Edimburgo, il Castle Rock. Gode di una posizione privilegiata dando la possibilità di spaziare con lo sguardo a 360° sulla città di Edimburgo con una visuale straordinaria.

Avvicinandoci al portone d’ingresso vien naturale notare le due grosse statue poste ai lati, una di Robert the Bruce e l’altra di William Wallace. Sopra al portone, invece, è collocato lo stendardo reale di Scozia (un leone rampante rosso con sfondo giallo) e il motto in latino “Nemo me impune lacessit” – Nessuno mi sfida impunemente.

All’interno delle mura è possibile ammirare i gioielli della Corona scozzese, la sala cerimoniale (Great Hall) con le sue armi storiche che fungono da decorazione, gli appartamenti reali dove nacque il re Giacomo I, le singolari prigioni con letti ad amache, la piccola cappella di St. Margaret, la Stone of Destiny (la Pietra del Destino) ed il Mons Mag, il più grande cannone d’assedio del XV secolo. Sappiate che ogni giorno alle ore 13, esclusa la domenica, il Venerdì Santo e Natale, un cannone spara un assordante colpo; noi purtroppo siamo andati proprio di domenica.

HOLYROOD PALACE

Il palazzo è la residenza ufficiale della famiglia reale in Scozia. La Regina d’Inghilterra tutti gli anni trascorre alcuni giorni, ad inizio estate, presso la Holyrood Palace dove avvengono diverse celebrazioni con i Membri dello Stato.

Abbiamo effettuato la visita, con audioguida in italiano, rimanendo affascinati dalla ricchezza in essa custodita, stupendi dipinti e mobilia di inimmaginabile valore. Siamo rimasti particolarmente colpiti per tre singolari caratteristiche: siamo affascinati dai castelli e palazzi storici, come ben sapete, ma finora in nessuna di essa ci era mai capitato di trovare la Royal Dining Room, una sala con esposti in bacheca i menù preferiti della Regina Elisabetta e con la tavola elegantemente apparecchiata; un’altra unicità, invece, l’abbiamo trovata lungo il percorso di visita con saloni arricchiti da decorazioni natalizie come ghirlande, festoni, alberi di Natale addobbati ma, ancora più curiosa, è stata la presenza di fotografie, posizionate su appositi cavalletti, con immortalate situazioni di vita Reale in presenza della Regina a Palazzo.

All’esterno di Holyrood Palace abbiamo potuto ammirare la Holyrood Abbey, un’abbazia quasi completamente in rovina, fondata agli inizi del 1100. L’abbiamo trovata molta suggestiva ed affascinante!

ROYAL YACHT BRITTANIA

Premetto che noi non siamo riusciti a visitarla, per mancanza di tempo, ma è giusto inserire un cenno se si parla delle tappe Reali da visitare ad Edimburgo.

La Royal Yacht Brittania si trova attraccata nel porto di Leith dal 1997. E’ stata l’imbarcazione della Casa Reale per ben 4 decenni, contando più di 900 viaggi ufficiali e attraccando in 600 porti. La Royal Yacht Brittania è visitabile con audioguide. Sarà sicuramente curioso scoprire i saloni reali, le stanze dell’equipaggio e la vita a bordo!

CASTLE

CASTELLO DI LOURMARIN: LA FUSIONE TRA MEDIOEVO E RINASCIMENTO

In un fine settimana d’estate, nel periodo della fioritura della lavanda, abbiamo dedicato un intera mattinata alla visita del borgo di Lourmarin. Io e Marco siamo amanti dei castelli e non potevamo di certo farci sfuggire una visita allo Chateau de Lourmarin!

Il castello accoglie i visitatori proprio alle porte del paese! E’ una struttura per metà in stile medievale, come evidenziata dalla torre merlata in primo piano, dal cortile interno con i ballatoi di legno e dalla scala a spirale che ipnotizza per la sua sinuosità, e per l’altra metà in stile rinascimentale, con stanze completamente arredate e lussureggianti.

Durante il percorso si trovano le cucine, con un enorme camino da occupare quasi l’intera stanza, tegami di rame e servizi in ceramica posizionate nelle credenze in legno massiccio. Verrete accolti nell’affascinante camera della musica da un esposizione di pianoforti, viole e liuti, per poi soffermarvi nelle raffinate camere da letto e negli eleganti salotti che emanano il fascino di un tempo rimasto lì imprigionato.

Verrete accolti infine in una terrazza dove vedrete in primo piano la chiesa protestante di Lourmarin e, sullo sfondo, il borgo pedonale con un dedalo di viuzze caratteristiche dove troverete case variopinte, botteghe artigiane, eleganti caffè e ristoranti, negozietti di souvenir, fontane settecentesche fino ad intravedere in lontananza il campanile con un orologio del seicento.

Il castello nacque come fortezza tra XI e XII secolo, di cui rimane però ben poco. Nei secoli si svilupparono il Castello Vecchio (XV secolo) e l’ala rinascimentale chiamata Castello Nuovo (XVI secolo). E’ sopravvissuto a guerre, a contese locali e alla Rivoluzione.

Dobbiamo ringraziare Robert Laurent Vibert, storico ed industriale, se ad oggi il castello di Lourmarin è visitabile. Nel 1920 lo acquistò e lo ristrutturò salvandolo dalla demolizione. Durante la stagione estiva si trasforma in dimora per giovani artisti ospitando concerti, conferenze e mostre.

Se vi è piaciuto questo articolo e lo avete trovato interessante, scrivetemi un commento o cliccate mi piace in fondo alla pagina. E se siete curiosi di scoprire cosa ho visitato nei dintorni di Lourmarin, leggete l’articolo sui Profumo di Lavanda, potreste trovare diversi spunti interessanti!