Borghi italiani, Piemonte

USSEAUX: CAPOLUOGO DELLE 5 BORGATE DELLA VAL CHISONE

Perseguire le bellezze d’Italia è la mia prerogativa e scoprire piccoli borghi incantati rimane un piacere che stupisce un po’ tutti. Questa volta vi porto alla scoperta di Usseaux, il capoluogo delle 5 Borgate più antiche della Val Chisone. Ci troviamo in provincia di Torino, a 40km da Pinerolo, ad un altitudine di 1200 mt.

Usseaux è la borgata dei murales e del pane. Sono presenti una quarantina di dipinti murali sparsi per il borgo con raffigurazioni di animali, vita contadina e paesaggi naturali.

Uno splendido museo a cielo aperto che si alterna alle tipiche case in pietra e legno una addossata all’altra, fontane e lavatoi in pietra, l’antico forno per il pane risalente al 1700, tutt’ora attivo seppur solo in particolari occasioni, e “Canton” il vecchio mulino ad acqua utilizzato per macinare i cereali. Come in ogni borgo, abbiamo anche la piccola chiesetta parrocchiale di San Pietro, la biblioteca del paese, il comune, le botteghe e le piccole osterie che rendono Usseaux uno dei I Borghi più Belli d’Italia.

Il comune di Usseaux in questi anni ha ottenuto numerosi riconoscimenti, oltre a I Borghi più Belli d’Italia, anche Comuni Fioriti, Bandiera Arancione del TCI e Bandiera Verde di Legambiente.

Ultima iniziativa, portata a termine a fine giugno 2020, è stata proprio l’installazione della Big Bench #102, vicino al Lago delle Rane, nel Parco Naturale Orsiera Rocciavrè che ovviamente non potevamo perderci! Se ne volete sapere di più cliccate qui

Come ho scritto all’inizio dell’articolo sono presenti altre quattro borgate caratterizzate da altrettante particolarità. Laux la borgata dell’acqua che incanta i suoi visitatori per il laghetto naturale posto all’inizio del paese; Balboutet la borgata del sole e delle meridiane con ben venti quadranti solari realizzati sui muri delle case; Fraisse la borgata del legno circondata dai boschi e centro di falegnameria ed artigianato del legno; infine Pourrières la borgata dell’Assietta con le curiose sagome dei combattenti poste all’interno del borgo in memoria della battaglia dell’Assietta.

I cinque villaggi alpini offrono diverse possibilità per il tempo libero come passeggiate a piedi e a cavallo per i vari sentieri, mountain bike, scuola di parapendio e sport invernali come i percorsi per le ciaspolate. A pochi minuti di auto da Usseaux è presente anche il Forte di Fenestrelle, magnifico esemplare del XIX secolo conosciuto anche come Grande Muraglia piemontese a cui ho dedicato un articolo particolare che potete leggere cliccando qui.

Se avete trovato interessante questo articolo condividetelo con i vostri amici o lasciate un commento proprio qui sotto.

Natura

LAGO VERDE IN VALLE STRETTA: FATEVI AMMALIARE DAL MERAVIGLIOSO COLOR SMERALDO

È già da qualche anno che vedo pubblicare splendide fotografie del famosissimo Lago Verde dove vengono immortalate immagini dai colori strepitosi. La curiosità regna in me e non mi restava altro che vederlo dal vivo!

Da Torino dista più di un’ora mezza di auto ma fidatevi ne vale assolutamente la pena. Vi troverete in questa splendida vallata italo-francese chiamata Valle Stretta. L’autostrada vi porta fino a Bardonecchia e sul navigatore basta inserire Rifugio I Re Magi (comune di Névache) e si arriva dritto a destinazione. Il problema parcheggio non sussiste, ci sono un paio di piazzole gratuite… e poi se ho trovato posto io di domenica allora state tranquilli!

Vi troverete a percorrere un sentiero di circa 40/45 minuti di camminata, una parte sotto il sole e l’altra all’ombra della pineta. All’andata è un po’ più faticoso, troverete qualche salita, che a me ha lasciato con poco fiato, ma io non faccio testo, anche perché c’erano un sacco di coppie con bambini e persino padri con zaini porta bebè e marsupi.

Le prime foto d’effetto ho iniziato a farle arrivati ad un ponticello in legno con un ruscello magnificamente assordante.

Poi ultimo pezzo di dieci minuti circa ed ecco la meravigliosa vista dall’alto del Lago Verde che si intravede dalla fitta pineta. Siamo a circa 1830 mt di altitudine immersi in un bosco di larici e pini. Il nome Lago Verde deriva dall’intesa colorazione dovuta alla notevole quantità di alghe di colore verde acceso che popolano il fondale e crescono sui numerosi tronchi di alberi caduti nell’acqua. La vista è ripagata a pieno da questo panorama che ti toglie il fiato. Sembrerà pazzesco ma vi assicuro che le foto non sono assolutamente ritoccate, i colori sono meravigliosi e il paesaggio a dir poco stupendo!

Percorrendo il sentiero si può fare il giro tutto intorno al lago e trovare un posticino, arrangiandosi un po’, per fare una sosta picnic. Ho notato diverse persone e cani fare il bagno, quindi direi che sia balneabile! Invece risulta il divieto assoluto di pesca.

E’ una vallata che offre diverse possibilità per percorsi di trekking più o meno lunghi e faticosi. Ad inizio sentiero si attraversa un piccolo borgo montano con graziose casette, una piccola cappella, un paio di rifugi (I Re Magi e Terzo Alpini) e un bar-ristorante dove poter gustare prodotti tipici montani tra cui la famosa polenta.

Avete trovato interessante questo articolo?! Condividetelo con i vostri amici…

Se ci siete già stati, allora scrivetemi qui sotto la vostra esperienza!!!

Natura

LAGO DI CERESOLE REALE: IMMERSI IN UN PARADISO A MENO DI DUE ORE DA TORINO

Dalle calde ed afose giornate torinesi si pensa solo a scappare… e quale sarà la meta prescelta per rinfrescarsi? Puntualmente il nostro pensiero si rivolge alle stupende Alpi piemontesi e voglio proporvi una gita fuori porta esplorata la scorsa settimana, il Lago di Ceresole!!!

Si trova nella Valle Orco situata nelle Alpi Graie. Dista un ora e mezza da Torino, a 1600 mt di altitudine. In auto è un percorso piacevole, servita da strade montane ben tenute e facilmente accessibili. Si superano bellissimi borghi montani come Locana e Noasca.

Per chi non può raggiungere il Lago di Ceresole in auto? No problem, la GTT offre la possibilità di usufruire di un servizio bus che parte da diversi paesi di fondo valle a partire da Rivarolo Canavese, Cuorgnè e Pont Canavese (clicca qui per più informazioni).

Il Lago di Ceresole offre una passeggiata a circuito circolare di quasi 8 km. Un percorso fattibilissimo! Per metà sotto il sole dove si costeggiano rifugi e punti ristoro, aree picnic e parchi gioco per bambini, per l’altra metà il sentiero è totalmente all’ombra della meravigliosa pineta dove, credetemi, è impossibile non rimanere affascinati da scorci incantevoli, ruscelli, piccole e grandi cascate.

Il circuito è percorribile sia a piedi che in bici, sia per bambini che diversamente abili. Anche i vostri amici a quattro zampe possono godere di questo scenario meraviglioso.

Siete persone sportive?! Il Lago di Ceresole offre la possibilità di fare ottime esperienze in barca a vela, kayak, windsurf e canottaggio. È anche il luogo ideale per gli amanti della pesca.

Non è abbastanza?! Allora prosegui per una mezz’oretta in auto e raggiungi il Col del Nivolet. Noi purtroppo abbiamo trovato la strada chiusa per il passaggio in auto e proseguire a piedi non era nelle nostre corde!!! Sarà per la prossima volta.

Avete trovato interessante questo articolo?! Scrivetemi un commento o semplicemente cliccate MI PIACE nel tastino che trovate subito qui sotto!